AchterTaiChiTao
Associazione Insieme
- ARTICOLI -
- ARCHIVIO -
L'angolo di Vigo(51)
La salute della colonna vertebrale dal punto di vista energetico(14)
La Cromologia(13)
Le lezioni di Vigo(13)
Curiosità(5)
Open day(2)
Mineralogia(1)
- CERCA -
La Cromologia
Puntata N° 13

Manifestazione spirituale dei soggetti che appartengono costituzionalmente al colore Giallo

BRANI TRATTI DALLA MIA TESI SULLA CROMOLOGIA

Dalla visione generale dei soggetti Arancio 2 si evidenziano alcuni punti fondamentali sui quali essi basano la loro esistenza. questi aspetti sono brevemente riassunti nel testo che segue.

La particolarità dei soggetti Giallo è quella di dare l’impressione che possono spaccare il mondo, ed in questo modo sono visti dagli altri: sicuri, brillanti, affascinanti, hanno tanti interessi e una buona capacità di giudizio. Viceversa, le persone che appartengono a questo colore non si riconoscono così, anche se sono consapevoli di essere ritenuti tali dal prossimo, di fatto dai loro racconti emerge una grande insicurezza.

I soggetti che appartengono a questo colore sono dei camaleonti, si modificano secondo la persona che hanno davanti, secondo la situazione che stanno vivendo.

Considerano la sapienza come la consapevolezza di arrivare a fare un percorso che porta ad una crescita. Sono curiosi cercano di apprendere cose nuove tutti i giorni, avere desiderio di conoscenza è il loro modo per progredire. La sapienza non passa necessariamente dallo studio, lo costruiscono man mano in base ai fatti che capitano tutti i giorni. La voglia di imparare è innata nella loro costituzionalità.

Questa è la risposta datami da una donna: “ho voglia di conoscere di imparare, ho voglia di crescere”.

Quando hanno sentito che rappresentano la saggezza, hanno iniziato a pensare come elaborano questo sentimento, la maggior parte degli intervistati riferisce che le persone si rivolgono a loro per un consiglio perché sono reputati saggi.

Valutano tutte le situazioni e tutte le sfumature, hanno sempre un gran lavorio mentale, che non necessariamente è positivo anzi, a volte, vorrebbero essere più semplici nell’affrontare le varie circostanze.

Una donna descrive il sentimento in questo modo: “tutto sommato noi donne siamo un po’ votate al sacrificio, si diventa sagge per quello”. Un uomo dice che non bisogna sempre essere saggi, non essere quel saggio che ti “rompe le palle”.

Per concludere scelgo una risposta che li accomuna:
“Banalmente venire al mondo, nascere vivere con la grande consapevolezza che devi morire. A me ha sempre dato un percorso interiore dove devo conoscere e capire, questo, credo abbia a che fare con la saggezza”.

avatar Adelia