AchterTaiChiTao
Associazione Insieme
- ARTICOLI -
- ARCHIVIO -
L'angolo di Vigo(51)
La salute della colonna vertebrale dal punto di vista energetico(14)
La Cromologia(13)
Le lezioni di Vigo(13)
Curiosità(5)
Open day(2)
Mineralogia(1)
- CERCA -
La salute della colonna vertebrale dal punto di vista energetico
Puntata N° 13

Distendere in modo armonico la struttura della colonna vertebrale - Seconda Parte -

Esiste solo una via per non rimpiangere la bontà di una salute vera: rinunciare alla mediocrità della scienza dell’uomo per ritornare ad abbracciare la vera scienza in piena convinzione che non esistono scappatoie di nessun tipo al di fuori delle leggi della natura.

Il progresso dei tempi moderni ha portato indubbiamente ad alcuni vantaggi, tuttavia ha prodotto un forte disorientamento fra la popolazione costringendo ad un declino di massa fisico e mentale che, sotto certi aspetti, è più preoccupante delle stesse malattie.

La tecnologia ha invaso negativamente la natura dell’essere umano costringendolo a scelte improprie. Il risultato è stato la perdite dell’intelligenza vera che dovrebbe caratterizzare l’essere umano, riducendogli di fatto la sua libertà. L’umanità di oggi, specialmente dove il rapporto fra sviluppo tecnologico e maturità collettiva è sproporzionato, si assiste a una perdita preoccupante dei valori umani, una sorta di vita artificiale che autorizza ad ogni tipo di comportamento dove è importante solo ottenere profitto, non importa in quale modo.

Oggi la salute dell’uomo moderno è artificiale, lo è perché sono stati violati i principi fondamentali che regolano gli equilibri. Sono scaduti i principi morali, il rispetto fra le persone, addirittura sono state calpestate le leggi biologiche costruendo una pseudo scienza medica che tenta di stravolgere la naturalità delle cose.

E sono tecnicismo anche tutte quelle forme di medicine o filosofie molto mistiche e poco scientifiche che tentano di convincere l’essere umano a seguire metodi di cura inventati al momento, catalogabili nella mentalità New Age che assomigliano più a rituali magici piuttosto che a metodi di cura.