AchterTaiChiTao
Associazione Insieme
- ARTICOLI -
- ARCHIVIO -
L'angolo di Vigo(51)
La salute della colonna vertebrale dal punto di vista energetico(14)
La Cromologia(13)
Le lezioni di Vigo(13)
Curiosità(5)
Open day(2)
Mineralogia(1)
- CERCA -
L'angolo di Vigo
Puntata N° 11

I vaccini NON fanno prevenzione

Non sono i farmaci che uccidono ma la medicina che non è più adatta per curare gli esseri umani. La medicina deve essere riformata nei suoi fondamenti, deve essere concepita non più come strumento di cura ma molto più propriamente come mezzo di prevenzione.

La concezione che prevede le vaccinazioni come strumento di prevenzione è fuori dal concetto di buona medicina, rientrare invece nell'ambito di una tecnica medica di basso profilo scientifico.

L'essere umano sano ha bisogno di un meccanismo educativo comportamentale che lo tenga lontano da pericoli devianti l'equilibrio energetico, ed è impensabile che dei farmaci senza nessuna capacità terapeutica come i vaccini possano produrre salute in soggetti che già godono di buona salute. Nessuno penserebbe di prescrivere una cura di antibiotici, di cortisonici, di anti dolorifici, ecc., per la paura che si ammali.

Le vaccinazioni sono dei farmaci che non hanno una specifica possibilità terapeutica, per questo motivo non possono essere prescritti in modo indiscriminato e uguali per tutti. Ogni soggetto ha caratteristiche biologiche, fisiologiche, energetiche personali, i vaccini concettualmente dovrebbero agire sulla similitudine che intercorre fra soggetto e farmaco, quando questo non avviene perché tra di loro sono incompatibili si verifica un blocco delle funzioni energetiche e di conseguenza una malattia da farmaco. Le malattie provocate da farmaci inadatti, sono le più gravi perché sfuggono dal controllo del soggetto. Praticamente costruiscono una doppia natura biologica e energetica in conflitto tra loro generando cronicità.

I vaccini sono la via più potente per costruire un essere umano anti fisiologico, un soggetto contro natura che vive in un mondo tutto suo.

Oggi, la vera salute non esiste quasi più, esiste una salute artificiale che ha bisogno di essere sostenuta costantemente da mezzi artificiali, una bruttissima situazione che ancora non ha raggiunto il suo massimo potenziale negativo ma, con l'entrata in vigore della prassi vaccinale approvata per legge dallo stato, in tempi relativamente brevi, si potrebbe verificare l'imprevedibile.

Pace e bene a tutti noi.