AchterTaiChiTao
Associazione Insieme
- ARTICOLI -
- ARCHIVIO -
L'angolo di Vigo(51)
La salute della colonna vertebrale dal punto di vista energetico(14)
La Cromologia(13)
Le lezioni di Vigo(13)
Curiosità(5)
Open day(2)
Mineralogia(1)
- CERCA -
L'angolo di Vigo
Puntata N° 51

Vigo risponde a: "Una semplice cura di antibiotici può alterare negativamente il microbioma per un anno?"

da www.evolutamente.it

Chi avrebbe mai immaginato che una “semplice” cura di antibiotici potesse alterare il nostro naturale microbioma fino ad un anno…

La diversità microbica intestinale può diminuire fino a un anno dopo l’uso di antibiotici per via orale, tutto questo lo ha scoperto un un piccolo studio pilota pubblicato recentemente sulla rivista open access online mBio (sotto trovate il link).
66 soggetti reclutati in UK e Svezia sono stati randomizzati a ricevere placebo o un antibiotico (clindamicina, amoxicillina, ciprofloxacina o minociclina). Sono stati analizzati saliva e feci prima e dopo l’intervento.
Nel lungo termine, il microbioma salivare tornava alla normalità dopo somministrazione di antibiotici. Tuttavia, la diversità del microbioma fecale si riduceva fino a 4 mesi nei pazienti trattati con clindamicina; fino a 12 mesi in quelli trattati con ciprofloxacina.

In particolare, i batteri che producono il butirrato dagli acidi grassi a catena corta – che sono associati alla riduzione dell’infiammazione, la cancerogenesi, e lo stress ossidativo nell’intestino – erano significativamente ridotti. Per cui si riducevano i batteri “benefici“.
Inoltre, i test genetici hanno trovato, nei campioni fecali, più geni associati alla resistenza agli antibiotici.
Gli autori hanno così concluso:
anche un solo trattamento antibiotico in individui sani contribuisce al rischio di sviluppo di resistenza all’antibiotico stesso e conduce ad alterazioni di lunga durata nel microbioma intestinale.
Davvero inquietante… Pensare che c’è gente che fa 3-4 cicli di antibiotico all’anno anche per banali mal di gola…

VIGO RISPONDE

Una semplice cura di antibiotici può incanalare i batteri in una qualche parte dell'organismo mantenendoli vitali per anni. Successivamente, dopo anni, per qualche motivo rimuoverli e veicolarli in zone vitali come il cervello per causare malattie gravissime come la meningite. La meningite è una malattia batterica che nasce dal dentro causata da soppressioni a causa di cure sbagliate. Questi sono i portatori sani, che in realtà sani non sono; soggetti malati e pericolosi per altri. Questi sono i danni oscuri di una medicina che agisce contro natura.