AchterTaiChiTao
Associazione Insieme
- ARTICOLI -
- ARCHIVIO -
L'angolo di Vigo(51)
La salute della colonna vertebrale dal punto di vista energetico(14)
La Cromologia(13)
Le lezioni di Vigo(13)
Curiosità(5)
Open day(2)
Mineralogia(1)
- CERCA -
Le lezioni di Vigo
Puntata N° 11

La legge dei simili

La Legge dei Simili rappresenta il collante fra le leggi della vita e gli esseri viventi. Con un'osservazione attenta si comprende che il principio della Similitudine è una emanazione Cosmica, una condizione indispensabile per il funzionamento e per la continuità della vita. Non vi è fenomeno naturale o cosa costruita dall'uomo che non risponda al principio dei simili.

La forza, la stabilità fisica e spirituale, la salute dell’uomo stanno nel rispecchiarsi il più limpidamente possibile nella forza ordinata della natura cosmica.

Secondo il principio della creazione, che getta le basi per l’esistenza del tutto, si afferma che il Creatore diede vita all'uomo partendo dal fango e che dopo avergli dato la forma umana gli soffiò nelle narici dando così vita manifesta all'uomo. La similitudine si identifica nella materia; l’uomo simile all'ambiente in cui vive è simile al creatore da cui prende l’intelligenza e la forza vitale.

Un esperimento tanto vero quanto importante per dimostrare la validità e veridicità del principio della similitudine, si può fare partendo da due diapason accordati con la medesima frequenza, se con un martelletto eccitiamo il primo, automaticamente inizierà a vibrare anche il secondo con la medesima tonalità di risonanza. Questo è un fenomeno fisico che fa notare che il principio dei simili è parte integrante dei fenomeni della natura.

Possiamo trovare un altro esempio partendo da una lampada alimentata elettricamente: se questa è stata progettata e costruita per accendersi ad una tensione di 220 volt è impossibile che possa funzionare con una tensione inferiore o superiore. L’ottimo rendimento lo si potrà ottenere solo quando si alimenterà con una tensione simile alla sua capacità di assorbimento.

Un altro esempio molto espressivo si può fare con la musica. Una sinfonia di un’orchestra la cui metà dei suoi strumentisti suona con un’intonazione diversa dall'altra metà, sarà un guazzabuglio di note che disturbano la sensibilità degli ascoltatori, la pace dei sensi potrà tornare solo quando ritornerà l’ordine nell'orchestra e sarà determinata dal principio dei simili.

Di esempio in esempio potremmo continuare all'infinito e sempre dimostreremmo con logica indiscutibile la validità del principio dei simili; nulla può esistere al di fuori di questo principio.